CONTRORDINE CITTADINI, IL SACCHETTO NON INQUINA NÉ CORROMPE

DI VANNI CAPOCCIA

Beppe Grillo con caschetto bianco e occhiali protettivi s’è fatto riprendere mentre visitava la Mater Biotech. Azienda leader nel mondo per la produzione di sacchetti biodegradabili per alimenti che ha esaltato come eccellenza italiana.

Si tratta della stessa azienda contro la quale Beppe Grillo e tutti i 5 Stelle s’erano scatenati in campagna elettorale. Insinuando l’idea di chissà quali tornaconti e intrallazzi ci fossero dietro i pochi centesimi del costo dei sacchetti, memorabile a tale proposito un post di Paola Taverna.

Per non usarli ci fu addirittura chi attaccava per dispetto lo scontrino per pagare direttamente alla frutta. E adesso? Tutto cambiato: I sacchetti vanno bene; sono un’eccellenza italiana; usarli aiuta l’ambiente e chi li produce; chi li usa non finanzia più il Pd ma protegge l’habitat di tutti.

Ora, passi per Beppe Grillo che ci ha abituato al cinismo, e poi ci sarà sempre qualcuno pronto a dire che lui è un comico e faceva delle battute. Passi per la Taverna, lei s’era distratta occupata com’era a mettere in fila i nipoti davanti a qualcuno col morbillo e a pensare alla mamma costretta in una casa popolare a poche lire d’affitto.

Ma a chi condivideva e sparava post contro i sacchetti, urlava al furto e alla corruzione; che questi sbraitatori elettorali poco poco l’hanno presi per i fondelli, il dubbio non viene?