QUEI GENI DEL RIGHI DI NAPOLI

DI NELLO BALZANO

Gli studenti dell’Istituto Tecnico Righi di Napoli sono stati dei geni, non di ingegneristica spaziale, ma di politica e di intraprendenza.
Hanno raccontato di essere favoriti in una gara tra istituti tecnici, denominata Zero Robotics, ma non hanno i soldi per proseguire il percorso della competizione, sfruttando quindi la proverbiale solidarietà che scatta quando sui social si leggono queste notizie, hanno smobilitato aziende private, istituzioni politiche Senato e Presidenza della Regione Campania e un ministero.
Praticamente consapevolmente o no hanno capito che tutte e tre le categorie in un modo o nell’altro avrebbero dato il loro contribuito generosamente spingendo tutti al loro sostegno.
Quindi la Brembo avrebbe ottenuto uno spottone pubblicitario a costi irrisori rispetto all’effetto ottenuto con una campagna promozionale tradizionale, la presidenza del senato si sarebbe attaccata la medaglia di istituzione vicina ai problemi dei giovani studenti, il ministro napoletano Di Maio avrebbe guadagnato sia dei punti con la sua città che è la stessa degli studenti, che politica nel sua partito di buffoni virtuali.
Nessuno di loro si è preoccupati di vedere se la loro richiesta era reale, quindi emerge una classe dirigente pubblica e privata del Paese a livelli infimi, solo per crearsi un lustro immeritato, perché il vero problema non è il tentativo di questi ragazzi di accaparrarsi fondi che sarebbero tornati utili a tutti gli istituti partecipanti, ma il fatto che la scuola italiana tutta non gode della dovuta attenzione.
Già, perché se si investisse in quella direzione non sarebbe necessario per gli studenti ingegnarsi per raccogliere risorse inventando obiettivi già raggiunti.
Chi ne esce sconfitto maggiormente è la politica che ha dimostrato ancora una volta la sua bassezza, in particolare un ministro che è in parlamento grazie al numero di click in rete dell’equivalente di un quartiere, ma non ha mai avuto una scuola politica ed un’esperienza personale utile alla causa e una presidente del senato eletta nel partito di Mediaset.
Altro che reddito di cittadinanza, flat tax e quota 100 fasulla si è dimostrato che siamo governati da incompetenti capaci solo di vivere nel virtuale, dove le bufale la fanno da padroni.
Ai ragazzi di Napoli solo i complimenti, ci hanno di fatto dimostrato che anche come elettori non valiamo una cippa.

QUEI GENI DEL RIGHI DI NAPOLI

DI NELLO BALZANO Gli studenti dell’Istituto Tecnico Righi di Napoli sono stati dei geni, non di ingegneristica spaziale, ma di politica e […]