SMETTETELA IMBECILLI

DI EMILIANO RUBBI

Allora, visto che ormai è diventato praticamente impossibile stare qui sopra senza essere accusati di qualunque cosa da ogni imbecille di passaggio in possesso di un dito e di una connessione a internet, credo che sia opportuno elencarvi una decina di frasi che, da qui in poi, porteranno sempre e comunque ad un insindacabile ban istantaneo.

1 “E allora il PD” (e varianti).

– Non ho mai votato PD in vita mia, anzi, ho sempre contestato le politiche di Renzi, Gentiloni e compagnia cantante.
So che vi risulta difficile da credere, ma non è necessario essere “del PD” per contestare questo governo di fascistoidi e utili idioti.

2 “È finita la pacchia”, “#RUSPA” e slogan da pupazzetti leghisti.

– Se volete discutere con me, fatelo a parole vostre, non ripetendo le idiozie di Salvini.
Già sono ridicole quando le dice lui, figuratevi in bocca a voi.

3 “LA VIOLENZA DEI CENTRI SOCIALI”

– Non sapete neanche cosa siano, i centri sociali. Non nominateli.

4 “Buonisti” / “Falsi buonisti”

– Avete rotto i coglioni.
Non siamo noi ad essere “buonisti”, siete voi che siete cretini.

5 Maalox – meme di castori che rosicano (e varianti)

– Dovete capire che, se uno non è d’accordo con questo governo e lo dice, non significa che stia “rosicando”, significa che sta facendo opposizione.
Non avete 4 anni.
Crescete, perdìo.

6 “ALMENO QUESTO GOVERNO È STATO ELETTO DAL POPOLO”

– I governi si fanno in parlamento, dopo le elezioni.
La Lega, alle elezioni, si era presentata assieme a Berlusconi e Meloni e aveva preso meno voti del PD.
Fatela finita.

7 “Smettetela di lamentarvi su Facebook e fate qualcosa voi!”

– Voi non sapete cosa faccia o non faccia io.
Se non siete in grado di rispondere nel merito di quello che ho scritto, tacete, fate più bella figura.
Ci sono modi meno umilianti per gridare al mondo che non sapete come controbattere a qualcosa.

8 “Il 90% degli immigrati non ha diritto al permesso di soggiorno, quindi sono clandestini” – “Il 50% degli immigrati delinque” – “l’89% di loro viene da posti dove non c’è una guerra o una dittatura”.

– Smettetela di sparare percentuali inventate da voi sperando che il vostro interlocutore ve le lasci passare.
Avete Google, avete un dito e sapete (quasi) scrivere.
Non vi manca niente.

9 “Radical Chic”

– Avete imparato queste due nuove paroline, abbiamo capito, ora basta.
A meno che non impariate anche cosa significano, prima di usarle di nuovo.

10 “Pamela e Desirée”

– Sono due povere ragazze che, se non fossero morte in circostanze che coinvolgevano degli africani, ora additereste come “zekkerosse dei centri sociali” o come “tossiche”.
Ogni volta che le nominate sprofondate un po’ di più nella melma populista in cui sguazzate.
Smettetela, imbecilli.