PRINCIPI, EMIRI E CANNONI: COME CI SIAMO CONSEGNATI ALL’ASSOLUTISMO PIU’ DISPOTICO

DI ALBERTO NEGRI

Abbiamo costruito una prigione e consegnato le chiavi del nostro carcere. Trump non è il presidente americano ma degli Emirati Uniti d’America, ostaggio della monarchia dei Saud e di Israele che con 200 testate nucleari dovrebbe tenera a bada il Medio Oriente. Mentre il commercio internazionale con l’Iran è bloccato dalle sanzioni americane, Usa, Europa e Italia vendono nel Golfo la maggior parte delle loro armi e delle tecnologie militari. Solo la Germania dopo il caso Khashoggi ha sospeso le forniture a Riad, gli altri temono la concorrenza di Russia e Cina. In pratica l’Occidente ha fatto del Golfo un arsenale in cambio di petrolio, gas e investimenti arabi nelle imprese e nella finanza. Ora gli europei, dopo avere fatto proclami, non riescono neppure ad aggirare l’embargo a Teheran. Un teatrino. In sintesi ci siamo consegnati alle monarchie più retrograde del mondo: ecco perché non è assolutamente possibile né la pace né la giustizia in Medio Oriente e nel Mediterraneo