SALVINI. UN UOMO ALLA DISPERATA RICERCA DI APPLAUSI. ANCHE IERI CON I CASAMONICA

DI EMILIO MOLA

Comunque Matteo Salvini che si presenta al blitz per la demolizione delle ville dei Casamonica decisa dalla sindaca Raggi, vince il premio come la cosa più penosa e miserevole del 2018.
Un uomo alla disperata ricerca di applausi, pronto a rubare i meriti ai suoi stessi alleati, per una demolizione con cui lui non c’entra niente, contro un clan disarticolato da inchieste che col suo lavoro non c’entrano niente.

Salvini è come  quell’odioso collega d’ufficio, quell’infame compagno di classe, quello squallido superiore sul posto di lavoro che non fa un cazzo dalla mattina alla sera a parte parlare e sparlare e spettegolare su tutti, ma che poi è il primo a mettersi in mostra per prendersi i meriti del lavoro fatto dagli altri.

Siete uno spettacolo.