LA LAZIO PAREGGIA ALLO SCADERE CONTRO IL MILAN, CON UN GRAN GOL DI CORREA

DI SONIA CAVICCHIA

 

 

Certe partite sono segnate sin dall’inizio. E’ così, nonostante il dominio incontrasto per tutto l’incontro, la Lazio all’Olimpico non va oltre l’1-1 contro il Milan. Milan che  si è reso pericoloso solo in  tre velenose occasioni. Palo, paratona di Strakosha in angolo e gol fortunoso di Kessie: in realtà un’autorete di Wallace, che spiazza il proprio portiere al 79esimo.

Per il resto è tutta Lazio. A llo spento Milinkovic Savic viene annullato un gol per fuorigioco nel primo tempo, a Parolo un rigore abbastanza netto nella ripresa. A salvare il risultato ci pensa Gigio Donnarumma con tre interventi prodigiosi. Nulla può, però, il portierone della nazionale, nell’ultimo assalto dei biacocelesti, al minuto  94. Dal limite dell’area Correa batte di piatto a colpo sicuro e, a tempo scaduto, pareggia meritatamente evitando alla Lazio la beffa della sconfitta.

Milan quadrato, ottime individualità, ad iniziare da Suso e Kessie, per arrivare a Donnarumma, Lazio che macina gran gioco ma non riesce a finalizzare come capitava facilmente lo scorso anno: mancano gli affondi di Milinkovic Savic, di Luis Aberto, peraltro in ripresa, e di Felipe Anderson. Perchè se Immobile non inventa , difficile riuscire a centrare il bersaglio. Questa  la fotografia di una partita che vede le due squadre candidate al quarto posto ancora a braccetto. In attesa del risveglio della Roma costretta quest’anno ad inseguire.