EVA…DA SALVARE

DI MARINA NERI

Manifestazioni, slogan, segni, simboli sono necessari, indubbiamente, per focalizzare il problema.

Un po’ come gli spot.

Ma il problema, dopo lo spot,rimane.

E lo vivono ogni giorno migliaia di donne, abusate nel corpo e nell’ anima, vittime di violenza sessuale, psicologica, economica, stolking o violenza legata al credo religioso che le vede sempre Eva , tentatrice, creatura malsana figlia dei demoni.

E il problema rimane….

Rimane quello culturale, legislativo e, conseguentemente, quello giudiziario.

Che poi e’ un problema generalizzato ed estensibile ad ogni settore del vivere civile e ad ogni individuo uomo o donna che sia.

Quando la Violenza galoppa,  la Politica, chi e’ chiamato a legiferare, non puo’ fare i ” piccoli passi” di un compitino sterile e spesso privo di contenuti.

Quando e’ piu’ importante la Prescrizione rispetto alla Certezza della Pena…si comprende l’ abisso che ci separa dal Salvare veramente Eva!!!!

Ma, per dare i contenuti alle norme, per non farle essere vuoti involucri del niente,ci vogliono le capacita’, la preparazione, la cultura e lo spirito di sacrificio….

Concetti avulsi dalla realta’ politica di questi tempi!

Meglio la passerella, quindi, per i signori del Vuoto che avanza piuttosto che una Scuola che prepari culturalmente ad affrontare la vita facendo comprendere la meraviglia di Essere Umani che si completano a vicenda.

Eva si salva.. con buoni programmi scolastici, con valide norme che garantiscano non solo il diritto ma l’ applicazione della pena e, soprattutto, l’ espiazione della pena che non faccia sentire la donna Vittima due volte!

” Il martello del fabbro forgiatore è stata la più grande conquista morale che l’uomo abbia mai realizzato. Con il martello la violenza che distrugge è trasformata in potenza creatrice. Dalla clava che uccide, al martello che forgia si svolge l’itinerario che va dalla vita degli istinti, alla più grande moralità. La clava e il martello formano le due facce parallele del male e del bene.”
(Gaston Bachelard)