SCOMPARSO IL PROF. BRUNO CAGLI CHE FU SOVRINTENDENTE E PRESIDENTE DELL’ACCADEMIA DI S. CECILIA

DI MARIA PIA DE NOIA

E se ne va anche il Prof. Bruno Cagli, per tanti anni è stato Sovrintendente e Presidente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, tra i principali artefici del suo rilancio. Colui che ha portato il Maestro Antonio Pappano a Roma.

Uno degli ultimi Sovrintendenti di vecchia scuola, ovvero musicologo dotato di grande competenza e cultura, non solo manager. Raffinato e riservato, quando si lasciava andare sapeva regalare perle di rarefatta ironia. Amava accompagnare l’Orchestra in giro per il mondo. Non so quanti Concerti di Natale associo a quel suo incedere elegante con cui entrava in sala, a piccoli passi.

Mi piace ricordarlo con un episodio vissuto allora con grande imbarazzo che ora trovo dolcissimo. Eravamo a Vienna, nel tempio della musica europea, io seduta accanto a lui con un febbrone, molto raffreddata. Nel bel mezzo del concerto mi prese un ‘aggiglio’ di tosse, non potevo uscire dalla sala, non avevo acqua. Dio solo sa quanto i colpi di tosse in sala siano fastidiosi per l’Orchestra. A Vienna poi. Il professore non si irritò né si scompose: tirò fuori dal taschino della giacca un pacchetto di Halls e sorridendo mi offrì una caramella “Tenga tutto il pacchetto”. La serata si concluse con un valzer sfidante di Pappano e una lunga standing ovation per l’Orchestra, di quelle che accendono l’orgoglio italiano.
Buon viaggio professore.

Risultati immagini per SCOMPARSO IL PROF. BRUNO CAGLI CHE FU SOVRINTENDENTE PRESIDENTE DELL'ACCADEMIA DI S. CECILIA