HARRY E MEGHAN SE NE VANNO DA LONDRA. SARÀ SOLO PER AVERE PIÙ SPAZIO?

DI CHIARA GUZZONATO

C’è chi per il matrimonio regala cornici d’argento, chi set di stoviglie o utilissime lenzuola a fiorellini. Ma se sei nipote della regina Elisabetta, be’, la nonna ti regala un cottage. Il Frogmore Cottage, candido come la casa bianca e con un parco da fare invidia ai giardini di Kensington, sarà la residenza di Meghan e Harry nell’attesa della nascita del fagotto reale in primavera.

È normale che i due vogliano un po’ di pace, e desiderino “fuggire” da una famiglia un po’ ingombrante. Senza considerare che Kensington Palace non è esattamente una dimora intima: in parte aperta al pubblico, è abitata da una decina di altri membri della reale famiglia (tutti ovviamente distribuiti in diversi appartamenti). Insomma, se Kate vuole spiare il cognato e vedere a che ora apre gli scuri le basta affacciarsi alla finestra. Quasi meglio un monolocale a Piccadilly!

Invece del monolocale, la star di Suits e l’ex birbantello Harry hanno deciso di accontentarsi di un numero imprecisato di camere da letto (segue spiegazione), una palestra, una stanza per lo yoga e un giardinetto da quattromila alberi (e molte rane, che danno il nome alla dimora). Decisamente superiore all’appartamento di Kensington Palace.

Pare che la decisione non sia stata così improvvisa come vogliono farci credere: non è un caso infatti che le nozze siano state festeggiate proprio nella tenuta che ora diventerà il nuovo nido dei duchi del Sussex. Il trasloco è previsto per gennaio 2019. La coppia avrà ancora tempo di sorbirsi feste e impegni familiari, per poi abbracciare definitivamente Windsor e la sua tranquilla vita di campagna.

Come sempre in questi casi, ognuno dice la sua esagerando: chi parla di dieci camere da letto (da questo il “numero imprecisato” di camere), chi dice che a Kensington Palace si vive tutti insieme (manco si trattasse di un alberghetto con letti a castello) senza specificare che ogni famiglia ha il proprio appartamento. Il giornalista britannico Richard Palmer ha qualche smentita da fare: “Ci sarà sicuramente una stanza per ospitare la mamma di Meghan quando andrà a trovarla, ma mi è stato detto che non si trasferirà in Gran Bretagna. Gli ufficiali di palazzo non hanno specificato quante siano le camere da letto, ma le fonti mi dicono meno delle dieci di cui tutti parlano”. Continua poi nel suo tweet facendo riferimento al fatto che, come è risaputo, tra le due borghesi ora reali non scorre buon sangue: “La storia dietro al trasferimento di Harry e Meghan al Frogmore Cottage? I due spiccano il volo. Niente litigi, ma Kate e Meghan non sono molto vicine. Pare che non ci fossero proprietà disponibili a Londra”.

Un po’ di sano umorismo inglese non guasta mai.