NO, NON TUTTI I REATI SONO UGUALI ! E I DETRITI NON SONO VILLE ABUSIVE

DI GIANFRANCO MICALI

Qualcuno avverta la grande stampa e la grande Tv che insistere così tanto sui dettagli e sulle riprese video nella minuscola impresa Di Maio di quei manufatti abusivi, comprensivi di lavandini,detriti e sanitari vari (che a occhio assomigliano persino agli accampamenti abusivi di poveri migranti) finisce per essere controproducente rispetto agli intenti. Per carità: un reato è un reato, indipendentemente dall’entità, e pagare in nero due o tre operai è disdicevole. Ma anche i giudici emettono condanne differenti tra chi ruba una mela e chi trafuga o truffa milioni di euro. Con questa incredibile campagna stampa si rischia di ottenere due risultati: rendere più simpatico Luigi Di Maio, vista la misera provenienza familiare( udite udite: aveva persino una piscinetta gonfiabile e qualche volta mangiava pane e salame con gli amici), e cercare di assolvere i grandi evasori, i corrotti e i corruttori, con il sottinteso ritornello: “Visto, Lo fanno tutti ! Anche i padri di quelli che urlano “Onestà””.