LA FRANCIA SI STA PER INCENDIARE

DI ROBERTO SCHENA MICHELE

Chi l’avrebbe mai detto?
LA STABILITA’ E’ IN ITALIA, NON IN FRANCIA
Ma Bruxelles “sorveglia” solo Roma e le crea difficoltà

I nostri media hanno presentato le manifestazioni in Francia come opera di una minoranza di violenti, fascisti e facinorosi, ma è una spiegazione che non sta più reggendo. A Parigi protestano anche le ambulanze, saranno mica fasciste e facinorose anche loro. Le ambulanze di Parigi, un centinaio, hanno bloccato il centro in place de la Concorde per protesta contro “il governo dei ricchi” che ha sospeso il nuovo contratto con le piccole imprese che gestiscono il soccorso sanitario.
Se la scossa del 68 riguardò solo gli studenti di Parigi e durò il solo mese di maggio, oggi la protesta sociale è in tutta la Francia, passa attraveso i ceti sociali meno abbienti e dura da quasi due mesi, con Bruxelles che guarda da altre parti e si trincera dietro la sua burocrazia. Con Moscovici, Dombrowski, Dijsselbloem, Juncker del tutto assolutamente silenti di fronte a eventi che hanno fatto saltare la pace sociale per scelte imposte dall’austerità voluta dall’Ue.
In Italia, al contrario, l’opposizione sbraita per chiedere più Europa, più Fornero, niente aiuti ai più poveri, mentre gli unici a protestare sono i si tav e l’imprenditoria legata a Pd e Forza Italia, ma senza avere minimamente la forza delle manifetazioni francesi. Hanno solo l’appoggio dei media confindustriali, che ingigantiscono ogni sciocchezza. In Italia abbiamo un quadro politico-sociale molto più stabile di quello francese, considerato il più solido in assoluto. Chi l’avrebbe mai detto?
Ringraziamo di avere questo governo e non Macron, questo governo e non quello voluto da Bruxelles, va là.

Risultati immagini per LA FRANCIA SI STA PER INCENDIARE