NON DOVEVANO SERVIRE SEI MORTI. LO SPRAY AL PEPERONCINO È UN’ARMA: VERO LEGHISTI?

DI IACOPO MELIO

La colpa non è mai di chi va ai concerti.
La colpa non è di chi manda qualcuno ai concerti.
E non è colpa dei cantanti, nemmeno di quelli che fanno musica – a parer mio – inascoltabile, o con messaggi poco intelligenti.

La colpa è di qualche imbecille che non ha rispettato delle regole civili, e di chi quelle regole civili non ha saputo farle rispettare, permettendo questa tragedia.
Mi auguro che i colpevoli vengano rintracciati e che paghino, da entrambe le parti.
Non dovevano servire sei morti per capire che lo spray al peperoncino è un’arma, e come tale non può essere spacciato come giocattolo a dei gazebo in piazza, tanto più per della becera propaganda politica.

Un abbraccio alle famiglie. Niente potrà lenire il dolore delle loro vite distrutte.

http://www.firenzetoday.it/politica/violenza-donne-lega-spray-peperoncino.html?fbclid=IwAR2H5pJXA4d8AX74VxQgs6nVXFheWjjVE6uJqhi_DWdJ_PZlKU-Slt1cS8s