TERRORISMO DI NATALE A STRASBURGO, LA FOLLIA CHE NON SI ARRENDE

DI ENNIO REMONDINO

Spari ai mercatini di Natale a Strasburgo. Quattro morti e 11 feriti, caccia al killer.
-L’assalitore ferito e in fuga. Blitz di polizia a Neudorf e Place Broglie.
-“Un reporter italiano tra i feriti”.
-Il Presidente dell’Europarlamento, Antonio Tajani, dà ordine di chiudere il Palazzo dell’Assemblea

Terrorismo di Natale a Strasburgo.  Strasburgo, capitale europea del Natale, così cercava di qualificarsi. Quando le luminarie delle feste mostrano all’improvviso una scena di guerra: spari in mezzo alla folla, morti, feriti accasciati nelle strade, persone che fuggono urlando. Sono tre le vittime accertate (s’era detto quattro), e un solo attentatore (s’era temuto fossero due), che ha aperto il fuoco intorno alle 20, l’ora in cui tutti sono in giro per mercatini o per locali. Dodici i feriti, tra cui anche un italiano, un giovane giornalista radiofonico… CONTINUA SU REMOCONTRO: