LA LEZIONE DELL’IRLANDA DEL NORD

DI FLAVIA PERINA

C’è un evidente rivincita della storia nella vicenda dell’Irlanda del Nord che fa saltare per aria i piani dei conservatori inglesi, degli eredi della signora Thatcher, scegliendo ostinatamente l’Europa piuttosto che Londra, e trincerandosi nel libero scambio europeo, e chissà quanti si staranno pentendo di essersi tenuti a tutti i costi – costi orribili e sangunosi – quei 13mila km quadrati, Belfast e Derry, anziché lasciarli andare dove volevano quando volevano.

ROMA BRUCIA La gran nube tossica che regala a Roma l’internazionalità del disastro oltre il provincialismo e la piccineria dei mucchi di rifiuti puzzolenti intorno a ogni coppia di cassonetti cittadini. Il salto di qualità. Non più Calcutta ma finalmente Fukushima, almeno nelle suggestioni, con relativo copione da day-after comprese le autorità che dicono state bboni, nun c’è rischio, bbasta chiude le finestre e ritirà li panni.