IL TALLONE D’ACHILLE DEL GOVERNO

DI LEONARDO MASELLA


L’ho già scritto più volte e lo ripeto: il tallone d’Achille del governo è proprio il suo elettorato, che non è un elettorato anticapitalista o antimperialista (perchè in Italia non c’è stata una rivoluzione), ma è un elettorato ampiamente permeabile alle campagne mass-mediatiche liberiste e imperialiste (“i mercati”, gli “spread”, “guai alle nazionalizzazioni”, “gli hezbollah terroristi islamici”, ecc.). Questo spiega la parziale marcia indietro sulla manovra economica, per contenere lo sbandamento nell’elettorato che stava provocando l’attacco forsennato delle forze liberiste. Se fosse stato per me lo sforamento poteva e doveva essere ben superiore al 2,4% e altro che nazionalizzazioni delle sole autostrade, ma il consenso che hanno le mie posizioni in Italia non supera il 2%.

Risultati immagini per IL TALLONE D'ACHILLE DEL GOVERNO