UNGHERIA SOVRANISTA E FORCAIOLA, ‘LEGGE SCHIAVITÙ’ RABBIA IN PIAZZA

DI ENNIO REMONDINO

Migliaia di ungheresi sono scesi in piazza per il quarto giorno consecutivo per contro le politiche del premier conservatore e nazionalista, Viktor Orbàn, contro la “legge schiavitù”.
-Orban vuole alzare a un massimo di 400 l’anno le ore legali per lo straordinario, pagabili con calma, in tre anni.  Sindacati e partiti politici di opposizione hanno mobilitato circa 10.000 persone. Nessun gilet giallo, a prendere le distanze da tentazioni di violenza e di moda. L’orgoglio nazionale ungherese sano contro il sovranismo reazionario del governo… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Ungheria sovranista e forcaiola, ‘legge schiavitù’ rabbia in piazza