ARIA DI GOLPE A ROMA MA L’ALLARME BUCHE RISOLVE IL PROBLEMA

DI ALBERTO  NEGRI

Aria di golpe a Roma ma l’allarme buche risolve tutto.

La giornata è convulsa. C’è aria di golpe in una Roma assolata. I militari non vogliono riparare le buche. Assad preoccupato offre le truppe. Hezbollah, Israele e Hamas sono d’accordo per lanciare insieme un’operazione umanitaria. Putin propone l’annessione del Lazio alla Crimea più un ponte per Genova. Il principe saudita Mohammed bin Salman pronto a strangolare tutto il governo con le sue stesse mani. L’Unione europea, spaventata, accetta la finanziaria e lancia l’allarme meteo. La Raggi, dice Moscovici, è meglio di Macron. May, invidiosa, lancia un referendum pro-buche. In sintesi anche quest’anno qui mangiano il panettone.