MAMMA SI LANCIA NEL TEVERE. TIMORI PER LA SORTE DELLE SUE BIMBE

DI CLAUDIA SABA

Una donna si è tolta la vita gettandosi nel Tevere da ponte Testaccio.
Erano le 6.20 di questa mattina quando è stata vista scavalcare il muretto.
Il corpo, recuperato dal nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco all’altezza di Ponte Marconi, è stato ritrovato intorno alle 12.
Si teme per le due bimbe gemelle di cinque mesi scomparse insieme alla madre.
Al momento risultano disperse ma si teme che la donna le abbia trascinate con se’ nell’acqua.
La vittima è una donna di 38 anni e lavorava in uno studio notarile della capitale.
Alla base del gesto potrebbe esserci una depressione post partum.
L’allarme è stato dato da un passante.
Dopo aver visto la donna gettarsi in acqua avrebbe subito allertato i soccorsi.
Poco dopo il ritrovamento del corpo è arrivato sul posto il marito della donna preoccupato per la sorte delle figlie.
Tutt’ora sono in corso i controlli per cercare di ritrovare le bimbe scomparse da questa mattina insieme alla mamma.
Il marito della donna avrebbe raccontato agli inquirenti di essersi svegliato senza trovare traccia ne’ della moglie ne’ delle bambine e di essersi subito presentato alla polizia per denunciarne la scomparsa.
Interrogato successivamente dagli agenti, l’uomo è stato colto da malore.
Le forze di polizia insieme ai Vigili del fuoco continuano le indagini soprattutto nella zona Testaccio dove la donna abitava.
Nelle ricerche si procede con cautela senza tralasciare nulla.
La procura ha aperto un fascicolo per omicidio-suicidio.