OPEN ARMS VERSO ALGECIRAS, SEA WATCH 3 E’ ANCORA IN ATTESA DI UN PORTO

DI ANGELA CAPONNETTO

La nave è diretta ad Algeciras nel sud ovest della Spagna, unico porto europeo disponibile allo sbarco. Intanto la ONG tedesca Sea Watch 3 è al suo quarto giorno in mare in attesa di un porto per sbarcare altri 32 migranti salvati al largo della Libia mentre sono in corso trattative con il governo tedesco: molti comuni federali hanno già dato il loro consenso all’accoglienza ma serve l’autorizzazione del ministro dell’interno Seehofer e serve comunque un porto aperto tra quelli più vicini. Blindati i porti italiani, la nave al momento si sta dirigendo verso Malta che al momento non ha ancora autorizzato lo sbarco. Phil Han, capo missione della Sea Watch 3, dalla nave lancia un messaggio: “Abbiamo passato il Natale in mare aperto con 32 persone di 17 nazionalità, età e religioni diverse: hanno pregato tutti il loro Dio senza nessun problema. Quello di cui abbiamo bisogno adesso è solo un porto sicuro: sappiamo bene che l’Italia ha già fatto tanto, più di altri, per mettere al sicuro migliaia di persone. Per questo chiediamo un altro sforzo. Queste persone hanno bisogno di aiuto”. Intanto la Open Arms con 311 migranti tra cui 115 minori e bambini prosegue il suo lungo viaggio verso il porto di Algeciras a sud ovest della Spagna dove dovrebbe arrivare il 28. Dopo aver trascorso il Natale con un festeggiamento per improvvisato per i bambini, si deve fare i conti con le patologie dei passeggeri: alcuni con ferite infette che andrebbero curate presto. Ma l’unico porto aperto per loro è ancora lontano. – See more at:

RAINEWS.IT
Terzo giorno di navigazione per la nave Ong Open Arms con 311 persone a bordo.