WALI, MANCATO BAMBINO BOMBA, SPERANZA DI FUTURO AFGHANO

DI FRANCESCA DE CAROLIS

‘Wali, che ha rifiutato il Paradiso per non uccidere’, è il titolo di un libro che certamente Trump non ha letto. Peccato, che forse qualche scemenza in meno l’avrebbe fatta, e la bugia da super Pinocchio sul ritiro Usa dal centrasia afghano, l’avrebbe almeno raccontata meglio, lui e i suo amici mercenari della Brackwaters o come si chiamano adesso.
Gatto Randagio pigro oggi, che delega tutto al racconto di Wali aiutato da Luciano Lubrano, giovanissimo ma molto molto saggio. Ed il racconto del vivere in una terra dove valgono regole che noi abbiamo persino difficoltà ad accettare come reali. Con un filmato afghano di Remocontro in aggiunta.  Un pianeta grigio e pietroso su cui neppure vale più la pena di sollevare lo sguardo. Certo, capita di vederne brani, come squarci di paesaggi lunari di macerie, negli occhi e nella carne della sua gente martoriata. Ottomila le vittime solo quest’anno, e quasi tremila sono bambini, è la denuncia di Emergency. Ma per noi spesso sono solo numeri… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Wali, mancato bambino bomba, speranza di futuro afghano