EROE DELLA RIVOLTA CONTRO I SOVIETICI, STATUA VIA DALLA BUDAPEST DI ORBAN

DI ENNIO REMONDINO

Quando il sovranismo populista dà alla testa.
Un eroe popolare per tutti, meno che per i piccoli personaggi di potere oggi, apprendisti despoti per il futuro che non sarà pagina lieta. Povera Ungheria nelle mani di Viktor Orban.  Piazza del Parlamento nella capitale magiara. Come dei banditi che debbono nascondersi, è l’alba quando è stata rimossa da Budapest la statua di Imre Nagy, il premier all’epoca della rivolta anticomunista del 1956, poi soffocata dall’Armata Rossa. Capo della rivolta ungherese, Imre Nagy fu imprigionato e giustiziato il 16 giugno 1958 a Budapest. Eroe nazionale della resistenza all’intervento sovietico. Poi, incidenti della storia, al potere arrivano i nani… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Eroe della rivolta contro i sovietici, statua via dalla Budapest di Orban