PARIS SUPER A BORMIO: VITTORIA NUMERO 10 E RECORD ASSOLUTO

DI TOMMASO FEDELE

CARRIERA – Dominik Paris è un vero e proprio specialista nella discesa libera di sci alpino. Classe 1989, originario di Lana, in Trentino-Alto Adige, esordisce in Coppa Europa nel febbraio 2007 e conquista nel 2008 i primi buoni piazzamenti e la prima vittoria nel circuito continentale. Sempre nello stesso anno, debutta nella Coppa del Mondo conquistando un 54esimo posto nel supergigante della Val Gardena. È nel 2009 che trova i primi risultati importanti della carriera. Tre medaglie conquistate ai Mondiali juniores di Garmisch-Partenkirchen: argento in discesa libera, bronzo nel “Super-G” e un altro argento nella speciale classifica di combinata, ottenuta sommando i tempi di discesa, slalom speciale e slalom gigante. I primissimi punti in Coppa del Mondo arrivano nel dicembre del 2009, grazie al 26esimo posto nella supercombinata di Beaver Creek in Colorado. È invece nel gennaio del 2011, che centra il primo podio nella Coppa del Mondo: a Chamonix, l’italiano arriva secondo. Nella stessa stagione arriva anche l’esordio ai Campionati mondiali, con un 20esimo posto nella discesa libera. Nel 2013 arriva la vittoria sulla Streif di Kitzbühel, dove con questo piazzamento Paris diventa il secondo sciatore italiano, dopo Kristian Ghedina, a trionfare sulla prestigiosa pista austriaca. Altra medaglia d’argento arriva nel febbraio del 2013 nella discesa libera ai Mondiali di Schaldming 2013. Dopo l’Olimpiade di Sochi nel 2014 con risultati non tanto all’altezza, è nella Coppa del Mondo 2015 che Paris inizia a trovare dei ripetuti successi anche nel supergigante, raggiungendo il primo podio a Lake Louise il 30 novembre e la prima vittoria a Kitzbühel il 23 gennaio. Nel gennaio del 2017 si ripete nella discesa libera di Kitzbühel, divenendo il primo italiano capace di vincere due volte in questa pista. Ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 si classifica quarto nella discesa libera e settimo nel supergigante. Palmares individuale già ampio ma riempito dalla storica doppietta di Bormio solo qualche giorno fa. Infatti il 29enne, tra il 28 e il 29 dicembre è riuscito a trionfare ben due volte, prima nella discesa libera piazzandosi davanti al connazionale Christof Innerhofer e poi nel supergigante davanti all’austriaco Matthias Mayer e al norvegese Aleksander Aamodt Kilde. Già nel 2012 vinse nell’alta valtellina, ma la sua terza volta gli vale il record assoluto assieme a Michael Walchhofer, oltre alla vittoria numero 10 in Coppa del Mondo.