ITALIA NELLA MORSA DEL GELO. TEMPERATURE IN PICCHIATA DI 15 GRADI

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

Gelide correnti artiche irrompono sulla nostra penisola, con venti polari e bufere di neve fin sulle coste. Le temperature scendono in picchiata in alcune zone anche dii 15 gradi. Disagi alla circolazione si stanno registrando particolarmente nel Centro Sud. La Coldiretti utilizza anche i trattori degli agricoltori per ripulire le strade ghiacciate. In Lucania le temperature sono ben al di sotto dello zero e la presenza di ghiaccio, garantisce ai turisti la “cartolina” dei Sassi di Matera imbiancati dalla neve. Le criticità sono segnalate dalla Polizia stradale sulla ss7 Appia che dalla ‘Basentana’ porta nella Capitale europea della Cultura 2019. La Polstrada raccomanda “di mettersi in viaggio solo se necessario e solo dopo essersi informati sulle condizioni della viabilità e del meteo”.
Nel Molise è caduta almeno un metro di neve. La nevicata fa segnare il primo record stagionale a Capracotta, nella provincia di Isernia. Il sindaco Candido Paglione, afferma: “la situazione è sotto controllo le quattro strade provinciali, per accesso e uscita dal paese, sono percorribili. Gli unici fastidi li stiamo riscontrando per la pulizia delle strade urbane a causa di auto parcheggiate male”. Sull’intera rete stradale della provincia di Campobasso è scattato, dalle 5 di questa mattina, il divieto di circolazione per i veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate.
In Puglia, una cospicua nevicata ha spazzato la Murgia barese per tutta la notte. La circolazione dei bus amministrati dalle Ferrovie Appulo Lucane tra Altamura e Toritto è per il momento interrotta. Sono soppresse anche le corse bus con capolinea di partenza e arrivo a Toritto. La circolazione automobilistica è al momento attiva solo tra Grumo Appula e Bari.
Oltre un metro di neve è caduto nella notte in Abruzzo. La situazione è sotto controllo in tutta la regione, anche se la popolazione ha preso di assalto i supermercati per fare provviste.
I venti settentrionali molto forti potrebbero provocare delle vere e proprie bufere di neve. – spiega Antonio San, dirò, direttore e fondatore del sito il meteo.it, ha dichiarato: “domani nevicherà ancora diffusamente e copiosamente su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, fin sulle coste e in pianura. Tra le città più colpite ci saranno Ancona, Ascoli, Teramo, Pescara, Chieti, Bari, Foggia e Brindisi. Neve, inoltre, in Campania pure sulla pianura interna e mista a pioggia sulle coste tirreniche della Sicilia”. Il Nord, i settori tirrenici e la Sardegna, saranno parzialmente interessati da questi fenomeni. In attesa che le condizioni meteo migliorino, attendiamo l’arrivo della befana, immersi in un ovattato scenario fiabesco.