ARABIA SAUDITA, PROCESSO KHASOGGI E QUEI PECCATI MONDATI DAL PETROLIO

DI ENNIO REMONDINO

Arabia Saudita, al via il processo per l’assassinio del giornalista e dissidente Jamal Khashoggi ucciso nel consolato saudita a Istanbul e fatto a pazzi: chieste 5 condanne a morte.
-Mandanti principi o regnanti neppure a pensarli.
-Premio per tanta democrazia, la finale di Supercoppa italiana tra Juventus e Milan a Jeddah il 16 gennaio.
-7 milioni per la coscienza della Lega calcio.  ‘Boia, misoginia e repressione’, colpisce severa Chiara Cruciati per raccontare su il Manifesto dell’Arabia saudita alle prese con la recita giudiziaria del processo per il truce assassinio del giornalista Jamal Khashoggi. E l’Occidente, che si finge baluardo dei diritti umani, ora alla prese con problemi di coscienza  … CONTINUA SU REMOCONTRO:

Arabia Saudita, processo Khashoggi e quei peccati ‘mondati’ dal petrolio