IO STO CON ORLANDO

DI FERNANDO CANCEDDA

Sottoscrivo la lettera. Non avrei mai pensato di essere chiamato a difendere non solo libertà e giustizia, ma addirittura la nostra umanità 

***da Massimo Marnetto, 3 gennaio 2019 – Ministro Salvini (email: caposegreteria.ministro@interno.it),

io appoggio in pieno la “disubbidienza civile” del Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando – e di altri sindaci – contro la disumana applicazione del Decreto (In) Sicurezza. Che impone di escludere dall’anagrafe, chi rimane privo dell’abrogata protezione umanitaria. Questa preclusione, come lei ben sa, impedisce l’accesso dei minori alle scuole, dei malati alle cure, dei bisognosi a cibo e ricoveri contro il freddo. Come cittadino italiano, m’indigno – come molti altri – per questo trattamento incostituzionale di donne, uomini e bambini, a cui uno Stato civile non può dire: arrangiatevi, perché per noi non valete niente.

Ministro dell’Interno
le chiedo pertanto di convocare immediatamente un tavolo con l’Associazione Nazionale dei Comuni (ANCI), affinché lei ascolti da chi vive nella realtà, quali inumane conseguenze sta provocando il decreto, che lei ritiene una sua bandiera. Nella sala dell’incontro, tenete le finestre aperte e spegnete i termosifoni. Forse solo così potrà capire solo in parte cosa patisce chi – dall’oggi al domani privato della protezione umanitaria – non sa più dove andare.