SPIE A ROMA: DIPLOMATICO DI KIM CHE SCAPPA A CHI CHIEDERÀ ASILO?

DI ENNIO REMONDINO

Storia di spionaggio e di scemenze: il diplomatico nord coreano che scappa, la Farnesina che smentisce l’ovvio (nessuna richiesta d’asilo all’Italia), i servizi segreti che se lo nascondono in attesa che gli americani, la sola possibile meta per il fuggitivo di decidano ad accoglierlo senza troppo rumore e danni.  Spie a Roma. «L’alto diplomatico della Corea del Nord è in Italia, è sotto la protezione dei servizi segreti e vuole entrare negli Stati Uniti. Lo riferisce La Repubblica, citando le sue fonti. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rifiutato di commentare le informazioni». L’Aise che ospita, ma certo il nord coreano che chiacchiera con gli esponenti del governo Usa, Cia e quant’altro, ad esibire parte almeno della ‘merce’ informativa che ha da offrire in cambio di rifugio, bella vita, e chi sa cos’altro… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Spie a Roma: diplomatico di Kim che scappa a chi chiederà asilo?