AFGHANISTAN, APPUNTI DI VIAGGIO, QUANDO L’IMPRESA ERA ARRIVARCI

DI ENNIO REMONDINO

Da oggi, altro spazio di ‘Terza pagina’ domenicale. RACCONTINI. Piccole cose che non possono pretendere il titolo impegnativo del ‘Racconto’. Anche solo storie vecchie ritrovate per caso, pensieri da proporre senza troppe pretese, giusto da domenica pomeriggio. Non tutte, speriamo, da buttare.  Ho frequentato l’Afghanistan per due soli mesi, a cavallo tra l’inizio dei bombardamenti americani e la conquista di Kabul, anno 2001. Percorso avventura dal Tagikistan lungo i territori dei mujadeddin-tagichi anti talebani-pashtun. Un vecchio Antonov russo preda di guerra per partire, e cinque giorni di piste impraticabili tra i passi dell’Hindukush per scendere alla valle del Panshir sino all’aeroporto di Bagram, l’ex base sovietica che era la prima linea alle porte di Kabul… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Afghanistan, appunti di viaggio, quando l’impresa era arrivarci