FATELE ATTRACCARE IN UN PORTO, CAZZO

DI LUCIO GIORDANO

Sarebbe bello se Papa Francesco, con un colpo di teatro, dopo aver lanciato   il secondo appello in due giorni, prendesse in mano la situazione e si portasse a casa  le 49 persone in balia delle onde al largo di Malta. Diplomaticamente è impossibile ma sarebbe uno schiaffo indimenticabile per tutti i governanti europei che, per un pugno di voti, stanno giocando  a rimpiattino sulla pelle di 49 esseri umani che non hanno alcuna  colpa, se non quella di esser fuggiti da guerre e miseria.

Se ci pensate bene, le cancellerie di tutto il vecchio continente si stanno comportando peggio, molto peggio delle bestie, sia nella gestione che nella sopravvivenza  di 49 uomini, donne e bambini che chiedono solo di attraccare in un porto sicuro ed essere ridistribuiti nei vari Stati europei. Scandaloso: hanno fatto cadere nel vuoto finanche i due appelli del santo Padre.  Ma, appare chiaro allo stato attuale delle cose, che   pietà l’ è morta. Con il sovranismo in tumultuosa crescita  conta solo il cinismo della politica o, sulla sponda opposta, dalla Merkel a Macron,  la paura di perdere consensi in patria in favore dell’estrema destra, che soffia appositamente sul fuoco dell’immigrazione per guadagnare voti. Insomma, uno schifo.

In questo quadro, quindi,  l’estrema destra ( secondo molti e senza mezzi termini una estrema destra con venature  neo-naziste), dimentica delle catastrofi procurate meno di cento anni fa dalla follia nazifascista , non cede di un millimetro. Certo,  almeno  in questa melma ideologica e opportunistica, ha smesso di definirsi cristiana, cattolica, praticante. Non si nasconde più, quindi,  dietro l’ipocrisia religiosa. e lo stesso  Salvini, non più tardi di ieri, si lamentava proprio  del fatto di sentirsi sotto attacco da parte della Chiesa. Nessuno deve avergli spiegato, evidentemente, che il cristianesimo è un’altra cosa rispetto alle sue idee. Del resto, gli insegnamenti di Nostro Signore vanno esattamente  in direzione opposta dei partiti di estrema destra, che fanno muro per non ospitare più migranti.

” Sentivo freddo e mi avete vestito, avevo fame e mi avete sfamato”, diceva l’Altissimo. No, nostro Signore non ha davvero nulla a che spartire con quei movimenti di estrema destra che sono stati bravissimi a mettere  gli ultimi contro i  penultimi della terra. I loro elettori li hanno ubriacati di chiacchiere, demogagia, propaganda.  E di Odio. Del resto, converrete,  senza questo argomento, cosa sarebbe l’estrema destra? Il nulla cosmico. Una manciata di voti, niente  più. Per  Adf, la Le Pen, Salvini e la Lega, gli spagnoli di Vox,  Orban e il regime polacco di Jaroslaw Kaczynski. Una manciata di voti per tutti,  nessuno escluso.

Ecco  il perchè di questo muro contro muro da parte dei partiti dall’anima nera. Se cedessero sul tema dei migranti,  la loro miniera d’oro  elettorale si esaurirebbe in pochi mesi. E non possono permetterselo. Sarà dunque  una battaglia durissima, quella che deve combattere chi crede nei valori cristiani della fratellanza e della solidarietà. Arrendersi non è possibile.  E intanto,   a tutte le persone perbene, non resta che gridare con quanto più fiato in gola hanno: ” Fateli attraccare in un porto, cazzo. Quei 49 della Sea Watch e della Sea Eye sono nostri fratelli”.  Perchè, tanto, il problema migranti non si risolve  certo con la chiusura dei porti.