I MIGRANTI DELLA SEA WATCH SBARCHERANNO A MALTA. ACCORDO RAGGIUNTO CON UE

DI CLAUDIA SABA

Una svolta per i 49 migranti che da 19 giorni sono bordo della Sea Watch e della Sea Eye.
Il premier maltese Joseph Muscat annuncia di aver trovato l’accordo con la Ue e che tutti gli immigrati verranno portati a terra per essere redistribuiti tra otto Paesi europei.
Tra questi, anche l’Italia.
Il premier Conte aveva già ribadito la disponibilità dell’Italia a farsi carico di una quindicina di persone.
Importante l’intervento di Bruxelles che è riuscita a trovare una collocazione oltre ai 49 delle Ong anche per i 200
già salvati nei giorni precedenti da motovedette de La Valletta.
Il Premier maltese Joseph Muscat ha incontrato proprio questa mattina a La Valletta il premier libico Al Serraji
nel tentativo di trovare una soluzione.
“Dobbiamo trovare accordi per la sicurezza di tutti i Paesi del Mediterraneo e parlare di come i migranti vengono trattati nel vostro Paese”.
Germania e Olanda hanno accettato di accogliere 50 migranti a testa, l’Italia una quindicina e altri quattro paesi solo alcuni piccoli gruppi.
Francia, Portogallo, Irlanda, Romania e Lussemburgo si sono rese disponibili a farsi carico di alcuni migranti solo in caso di necessità. “In segno di buona volontà da parte di coloro che hanno riconosciuto le missioni di salvataggio effettuate da Malta nei giorni scorsi – ha precisato Muscat – altri 131 migranti già a Malta saranno trasferiti in altri stati membri”.
Gli altri resteranno a La Valletta.