PAKISTAN, COLPO AI FONDAMENTALISMI: GLI IMAM CON ASIA BIBI

DI ALESSANDRO FIORONI

Pakistan. Il consiglio degli Ulema, la massima autorità religiosa del Pakistan, si schiera contro le violenze religiose. Condannano la discriminazione contro chi non si professa musulmano e la legge sulla blasfemia.
-Un colpo ai fondamentalisti e un pronunciamento che peserà sulla vicenda di Asia Bibi.
-Il Paese però è scosso ancora da numerosi attentati e lo Stato usa in maniera massiccia la pena di morte.

Pakistan 2018, un anno di sangue, con 595 morti e 1.030 feriti, vittime di attacchi terroristici in maggior parte di matrice religiosa. Il bilancio nel rapporto del ‘Pakistan Institute for Peace Studies’ (PIPS,) think-tank di Islamabad, reso noto domenica scorsa in concomitanza con una importante presa di posizione da parte del ‘consiglio pachistano degli Ulema’… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Pakistan, colpo ai fondamentalisti: gli Imam con Asia Bibi