ADDIO A PAOLO PAOLONI, PER TUTTI IL MEGADIRETTORE GALATTICO DI FANTOZZI

DI ELISABETTA VILLAGGIO

Era stato scoperto da Luciano Salce con il quale fece la sua prima apparizione nel film La pecora nera, nel 1968, ma la notorietà arrivò nel ’75 quando interpretò il Duca Conte Maria Rita Vittorio Balabam meglio conosciuto come il Megadirettore Galattico per il primo Fantozzi e poi per tutta la saga. Ci ha lasciato ieri Paolo Paoloni nato a Bodio, in Svizzera, il 24 luglio 1929. Un uomo gentile, un attore versatile che ha lavorato per il cinema, la televisione e il teatro dove ha firmato anche delle regie. Il soprannome di megadirettore lo faceva sorridere e sapeva che per tutti era il suo nuovo appellativo. Il suo ultimo film è stato Benedetta follia di Carlo Verdone, uscito esattamente un anno fa dove era Padre Martinez. Preferiva le commedie ma è apparso anche in film dell’orrore. I social da ieri si sono scatenati nel ricordarlo con molto affetto e per tutti è e rimarrà il megadirettore con il sorriso beffardo e quell’aria di superiorità. Un personaggio che gli piaceva e che era molto distante dal suo modo di essere: educatissimo, per nulla arrogante e senza nessuna velleità di strafare o comandare. Quello del megadirettore era un ruolo che lo vedeva etereo, vestito di bianco e con i capelli candidi che gli donavano un’aria sofisticata, quasi distante e accomodante mentre in realtà era una belva con un fortissimo senso della differenza tra le classi sociali quasi fossero delle antiche caste. Elegante naturalmente e disponibile Paoloni avrebbe compiuto novant’anni a breve. Negli ultimi tempi soffriva di una malattia alle corde vocali che lo aveva reso afono.