MACEDONIA, LA SCUSA DEL NOME PE NATO E UE, PROVA PARLAMENTO

DI ENNIO REMONDINO

L’assemblea dovrà decidere se accettare di cambiare il nome in Repubblica di Macedonia del Nord e, superato il blocco greco, avviare i negoziati per l’ingresso nella Nato e nell’Ue.
-Troppa Nato americana e poca Europa solidale la critica delle opposizioni.  Macedonia si o no. La ex repubblica jugoslava che litiga da 20 anni con la Grecia proprio sul suo nome, deve decidere adesso come chiamarsi nel futuro, e non è soltanto questione di nomi. Dibattito parlamentare decisivo per il futuro del Paese e anche dell’Europa nei Balcani. Decidere se accettare di cambiare il nome in ‘Repubblica di Macedonia del Nord’ e -conseguenza politica sostenuta da una parte del parlamento- avviare i negoziati per l’ingresso nella Nato e nell’Unione Europea… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Macedonia, la scusa del nome per Nato e Ue, prova parlamento