IL BUON SENSO DI BURIONI, GRILLO E RENZI

DI GERARDO D’AMICO

Come ha giustamente detto il prof Roberto Burioni, non dovrebbe esserci bisogno di un patto tra paracadutisti per aprire il paracadute.

Si tratta di buonsenso, si tratta di ovvietà: ma è proprio quello che manca ad un pugno di sciroccati, quelli dei morbillo party, quelli che nei vaccini ci sono i metalli e le cellule abortite, quelli dell’alternativo, del naturale che fa sempre bene, o i criminali per cui l’HIV non esiste e i milioni di morti di questi anni erano solo malnutriti e sporchi.

Ed allora bene hanno fatto Burioni e il prof. Guido Silvestri a dire: il re è nudo. Era ovvio ma non chiaro. Era palese ma non percepito.

Bene ha fatto Grillo e bene ha fatto Renzi, adesso si è aggiunto anche Tajani di Forza Italia. Ma deve essere un impegno non solo a chiacchiere, qui c’è gente che mette in discussione i dati OMS sui contagiati da morbillo in Europa nel 2018 ( 60mila) ed i relativi morti (72, 8 in Italia).

Qui c’è gente che non sa leggere uno studio scientifico e scrive lettere ai giornali ( che gliele pubblicano pure) affermando il contrario di quello che lo studio voleva dimostrare: questa gente dovrebbe essere punto di riferimento “scientifico” per una categoria professionale e per chi a loro si rivolge, i Biologi.

Che le la meritano tutta, questa gente, dato che la stragrande maggioranza di loro non sono andati a votare per il rinnovo delle cariche ordinistiche.

Tra dati manipolati, dati non capiti, dati falsificati e minacce, il variopinto mondo dei novax pur essendo numericamente inconsistente sta facendo danni enormi, in Italia e in Europa. Era ora di dire BASTA.

SOTTOSCRIVETE L’APPELLO mandando un messaggio sulle bacheche di Burioni e Silvestri , come diceva quella nello spot per far fare soldi agli avvocati: facciamoci sentire!