L’INTERNAZIONALE DEL CASINO

DI FLAVIA PERINA

Kukiz (una specie di Povia polacco che però ha preso un sacco di seggi); Sibcic, tipo Tarzan però croato che okkupa case contro gli sfratti e vuole la cannabis legale; la Kahonen, una finlandese turboliberista molto bionda, a cui aggiungeremo l’oscuro capo di Vox, il movimento neofranchista catalano, gli estoni anti-putiniani di Elkre, i Veri Finlandesi, i ciprioti di Elam, imitatori di Alba Dorata. L’Internazionale del Casino che si sta costituendo in Europa è un circo fantastico anche senza i Gilet Gialli, ma confidiamo in loro per dargli colore.