LE FORTUNE DI SALVINI E GLI STUPIDI ALLEATI

DI MASSIMO NAVA

I dati della realtà (spero mi crediate, perchè l’elenco di analisi e studi é ricco e documentato) dimostrano in sintesi :
– ci vorrebbero 80 anni per espellere i clandestini che non hanno diritti legali sul nostro territorio. I ritmi tecnici e burocratici sono infiniti.
– le misure messe in campo di #Salvini creano un paradossale corto circuito, per cui clandestini e sbandati anzichè diminuire crescono. È un evidenza, provocata dalla chiusura di centri di prima accoglienza e dal taglio dei fondi. i sindaci hanno ragione a opporsi per le stesse ragioni di Salvini.
– la presunta chiusura di porti, non impedisce gli sbarchi in altri porti e, recentemente, sulle spiaggie, per canali diversi da quelli usati dagli scafisti.
Se questi sono dati di realtà non contestabili, c’è da chiedersi come mai la maggioranza degli italiani continui a ritenere efficaci le misure del ministro degli interni e ad applaudire le bordate a destra e a manca dell’uomo mascherato. La risposta è abbastanza semplice, anche se le opposizioni di destra e di sinistra, i leader europei e i cittadini ancora dotati di buon senso non sembrano vederla.
– La percezione della realtà (enfatizzata dai media e dalla comunicazione di governo) diventa la realtà stessa, per cui tutti sono convinti che i flussi aumentino quando invece diminuiscono, che clandestinità e criminalità siano due facce della stessa medaglia, che basti alzare la voce in Europa per ottenere risultati e improbabile solidarietà proprio da quei governi che hanno gli stessi problemi e,  nel caso dei sovranisti,  la stessa visione dei problemi stessi.
– L’opposizione di destra resta timida e ondivaga per tenere a galla quel che resta dell’alleanza con la Lega, l’opposizione di sinistra spara insulti e slogan buonisti, strizzando l’occhio alla Chiesa e così offrendo facili argomenti e sponde alla propaganda del ministro.
– L’Europa, silente e spaventata, incapace di prendere in considerazione la tragedia di 49 migranti, offre altri formidabili argomenti ai megafoni dell’uomo mascherato. Le elezioni alle porte offrono argomenti a tutti, tranne le soluzioni serie e praticabili, con soldi e buona volontà, del controllo dei flussi, della necessaria e utile integrazione, del dovere di solidarietà, del diritto alla sicurezza, della difesa delle frontiere nazionali e europee.
#Salvini si muove come come una zanzara in un campo di nudisti e nessuno riesce a spiegare o a capire che l’uomo nudo è lui.