LEGA, PD E FORZA ITALIA, UNITI APPASSIONATAMENTE IN PIAZZA PER IL SI TAV.

DI CLAUDIA SABA

Come si può stare in silenzio a guardare le gesta di un vice premier che sta lì solo in virtù di un contratto?
Non si può più credere che la lega abbia stretto un patto con i cinque stelle solo per onesta’ nei confronti dei cittadini che avevano il diritto di avere un governo ad ogni costo.
Non è più credibile.
Questo è ciò che dimostrano i fatti.
È vero, la lega ha un contratto con i cinque stelle, è suo alleato, ma c’è grande differenza tra le due forze politiche.
Con la questione Tap non una parola da parte della Lega .
Passa il valico e anche qui la Lega resta in silenzio.
E adesso che sono stati resi noti i costi/benefici sul Tav e si preannuncia uno stop all’intervento si scatena l’inferno.
I partiti organizzano proteste, compresa la lega che, da sempre contraria al Tav, ora scende in piazza anche col PD.
E non contenta chiede persino un referendum per contrastare il possibile stop all’opera.
Eppure sappiamo bene che per le opere pubbliche finanziate dall’Europa nella maggior parte dei casi a vincere è stata la corruzione.
Sbagliato pensare al referendum.
Questa è l’ennesima scorrettezza da parte della Lega, certamente non nuova a certi cambiamenti di programma.
Lo fa da quando è nata.
E nemmeno il pd è nuovo a certi giochetti che da sempre spaccia per democrazia.
Per quanto tempo ancora i cinque stelle riusciranno a sopportare tutto ciò?
Forse è il momento, per i cinque stelle, di cominciare a imporsi sulla lega che fino ad ora grazie al contratto di governo è riuscita a sfruttare a proprio vantaggio ogni situazione.
Tutto a danno del M5S.
È arrivato il momento che i cinque stelle si sveglino e riconoscano una volta per tutte, l’inganno in cui sono caduti grazie alla Lega che ricordiamo, è in politica da anni e non è certo alle prime armi come loro.
Lega,Pd e Forza Italia, uniti in piazza per la Tav.
C’è altro da aggiungere?
Si, che la pacchia finisca.
ma per la Lega.