BUENOS AIRES È DIVENTATA LA HOLLYWOOD DELLE TELENOVELAS

DI CHIARA BERNARDINI

Quando si tratta di serie tv e di telefilm indiscutibilmente la testa parte per Hollywood. Grandi star, Red Carpet luccicanti e accento americano. Oggi però tra le capitali mondiali dei programmi più di successo si è fatta spazio Buenos Aires. L’Argentina, dopo che la Walt Disney Company negli anni ’90 ha creato una sua sede nella capitale, si è fatta spazio tra le case cinematografiche mondiali già esistenti e ad oggi è quella che ha creato più telenovelas di successo.

Il pubblico che raccoglie è quello adolescenziale e la storia di base è sempre la stessa. Caratterizzate da una trama più leggera rispetto a quelle americane, le telenovelas argentine raccontano perlopiù la quotidianità in maniera assolutamente elegante e poco, se non mai, volgare.

Già dagli anni ’80 comincia ad avere successo in Italia. Un successo che non si è mai arrestato e che, anzi, è cresciuto sempre più. Con l’aiuto dei nuovi mezzi di comunicazione e le parabole digitali installate ormai quasi in ogni abitazione le case di produzione cinematografiche, che perlopiù hanno sede a Buenos Aires, sono diventate vere e propri colossi della televisione.

I nati alla fine degli anni ‘90 ricorderanno di aver passato pomeriggi davanti allo schermo per guardare “Il mondo di Patty”, una delle prime che – tra i ragazzi – ha avuto successo. Prodotta da Ideas del Sur, comincia a essere trasmessa in Italia nell’estate del 2008 su Disney Channel.
Patty, che con la sua bicicletta si aggirava per le campagne di Bariloche con la speranza che il suo grande amore Matias la notasse, ha un po’ segnato lo spartiacque tra le cosiddette vecchie telenovelas e quelle nuove, appunto dedicate ad un pubblico più giovane.

In contemporanea è stata la volta di “Flor – Speciale come te” trasmessa in Italia su Cartoon Network e in seguito sul digitale terreste. Anche qui la trama tratta la vita della giovane ragazza, che assunta come bambinaia da una ricca famiglia, si innamora di Federico, ragazzo però già impegnato con una componente della casa.

Altro aspetto caratteristico di questi programmi sono gli intrecci. Nelle telenovelas argentine, nella loro assoluta eleganza e raffinatezza, questi sono moltissimi. Guardare una programma argentino significa correre il rischio di dover prendere carta e penna per capire l’albero genealogico finale dei protagonisti. E anche così la probabilità di dimenticare qualcuno rimarrebbe comunque alta.

La Disney, che prima si concentrava solo su cartoni animati, film e sit-com, vedendo il successo di queste serie decise di puntare anch’essa su questo format. Così nel 2012 esordisce con Violetta per poi esplodere nel successo con Soy Luna.

Col passare del tempo le telenovelas sono diventate un vero e proprio fenomeno in espansione, con Soy Luna – ad esempio – molte bambine hanno iniziato a pattinare, anche in Italia, proprio come la protagonista del programma. Questi format, tra l’altro hanno dato vita a veri e propri idoli adolescenziali, come Lodovica Comello, Martina Stoessel e Karol Sevilla.

Oggi le case cinematografiche in Argentina si stanno espandendo sempre più, mantenendo alta e sempre viva l’attenzione dei telespettatori con i loro intrecci amorosi, eleganza e leggerezza. Un’espansione che non sembra arrestarsi e che anzi sembra diventare anno dopo anno più forte.