DANZICA, LA FOLLIA DELL’ODIO CONTRO IL SINDACO DEI DIRITTI

DI ENNIO REMONDINO

Il sindaco di Danzica, Pawel Adamowicz, sostenitore della solidarietà e dei diritti, accoltellato durante un concerto di beneficenza da un ventisettenne «non affiliato a organizzazioni politiche».
-Lech Walesa ammonisce contro l’odio dilagante
-Pawel era diventato un bersaglio facile dell’estrema destra polacca.  Paweł Adamowicz, 53 anni, era primo cittadino della città degli storici cantieri navali in cui nacque Solidarnosc. Lo era da vent’anni, per 5 mandati consecutivi, l’ultimo conquistato con il 65% dei voti. Non «solo» un sindaco, ma il volto dell’«altra» Polonia, sottolinea Monica Perosino, su La Stampa, la Polonia progressista e aperta che ha combattuto per la libertà e che a quella libertà non vuole rinunciate… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Danzica, la follia dell’odio contro il sindaco dei diritti