ROMA 4 VIRTUS ENTELLA 0. I GIALLOROSSI SNOB E INSICURI VANNO AI QUARTI DI COPPA ITALIA

DI GIACOMO MEINGATI 
La storia di questa partita non avrebbe dovuto esserci, e invece c’è stata eccome, con un suo inizio e una sua fine. L’inizio è l’elegante colpo di tacco con cui Patrik Schick sblocca la gara al primo minuto di gioco, la fine è sempre un tacco, sempre di Schick, questa volta davvero geniale, con cui il ceco fa arrivare il pallone a Marcano per il due a zero che chiude i conti nel recupero del primo tempo. In mezzo ai due colpi di tacco c’è la storia di una partita tutt’altro che scontata, con l’Entella che più di una volta ha fatto abbassare alla Roma gli occhi come fanno le ragazze carine ma ancora troppo insicure di sé. 
Soprattutto con Mota Carvalho e una punizione di Nizzetto la formazione ospite ha preso coraggio, e nella prima frazione di gioco ha più volte messo in evidenza le troppe incertezze giallorosse, salvo poi cedere alla distanza davanti alla maggior caratura tecnica della squadra di Di Francesco. Dal raddoppio di Marcano e dall’inizio del secondo tempo col tre a zero di Schick l’Entella è scomparsa dal campo e la Roma, con la testa sgombra, ha preso il largo fino alla vittoria finale cui si aggiunge il quattro a zero di Pastore, autore comunque a nostro avviso di una prestazione opaca.  
Per la Roma di Di Francesco ci sono alcuni segnali positivi e altri negativi. Tra le note liete i novanta minuti di sgroppate sulla fascia destra di Rick Karsdorp, che per la prima volta nella sua avventura a Roma appare in una decente condizione atletica; la doppietta, l’assist ma soprattutto la voglia di un Patrik Schick che non ci sta a lasciarsi scivolare addosso come se niente fosse l’opportunità di giocare a grandi livelli con la Roma; l’esordio tra i professionisti di Alessio Riccardi, talentino del 2001 che Monchi ha trattenuto dopo che per lui erano suonate le sirene del Barça, che questa sera Di Francesco prova basso a centrocampo, quasi a voler cercare di vedere se quel gregario in quel ruolo che la Roma dovrebbe andare a prendere sul mercato non possa invece essere lui. 
Oltre a queste note positive non mancano però in questa serata le ombre, prima tra tutte l’inquietudine che continuano a destare i difensori della Roma, Marcano e Fazio su tutti, che questa sera ballano e non poco nel primo tempo, impensieriti dagli avanti dell’Entella. Vista e considerata l’indisponibilità di Manolas a cui si aggiunge l’infortunio di Juan Jesus, forse è proprio in questo reparto che la Roma dovrebbe intervenire nel mercato di gennaio.