UNA LETTERA AL GIORNO

DI SABRINA PARAVICINI

Ci  deve essere un’agenzia, un luogo, un team di esperti dove tu vai ed esponi quello che sei:
ami gli animali più di prima, molto più di prima, hai certe posizioni politiche legate alla libertà, all’elogio della diversità, sei severa, ma giusta, non sopporti i razzisti, gli imbecilli, i prepotenti, hai attenzione per un certo tipo di alimentazione che rispetti l’ecosistema e gli altri esseri nel mondo. Sai fare delle cose che prima non sapevi fare, rispetti gli altri da qualunque posto del mondo provengano, da qualsiasi ceto sociale ed economico provengano. Ami leggere i libri, ami andare a vedere i film nelle sale cinematografiche. Ami trasmettere quello che sai e quello che fai. Aiuti chi ha bisogno quando è possibile.
Sei gentile, ma non sei però fragile, né troppo buona, né superficiale. Ti piace un certo minimalismo, ma apprezzi la bellezza in ogni sua forma, anche quella all’opposto dal minimalismo.
Ecco ci deve essere un’agenzia che prende tutti i tuoi dati, li mette insieme e ti dice con certezza assoluta che c’è un posto nel mondo perfetto per te e che c’è anche un lavoro perfetto per te. E soprattutto che c’è tanta gente come te.