NETHANYAU MESTA NEL TORBIDO

DI BEBO MORONI

Nethanyau si appresterebbe all’intervento militare in Siria per contrastare la presenza Iraniana a supporto di Assad. Vale la pena ricordare che a liberare il territorio siriano dal Daesh ( l’Isis in termini più comuni) è stata l’alleanza tra Iran, Siria e Russia , la resistenza curda e in quota decisamente minore e contraddittoria le incursioni USA. Nethanyau mesta nel torbido adducendo ragioni di sicurezza, in realtà questo passo, che sarebbe assolutamente drammatico, trasformerebbe Israele in forza imperialista a livello internazionale contraddicendo le basi della nascita dello Stato d’Israele e persino i fondamenti del Sionismo, oltre alla Costituzione del Paese.
Gli zelanti che operano a proprio favore, il para-fascismo insito nella politica della destra israeliana, sono in primo luogo un favore fatto al sempre più montante deteriore fenomeno del nuovo anti-semitismo, un pericolo mortale per la popolazione israeliane e per gli ebrei nel mondo in primo luogo. Nethanyau si inserisce a pieno titolo nella nuova internazionale della destra estrema, che si autoproclama “afascista”, ma sempre più raramente antifascista, al fianco di Salvini, Orban, Morakiewich e compagnia bruttissima.