CESENA INVASA DAI TOPI. COLPA DI UN ALLEVAMENTO ABBANDONATO

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

 

In un allevamento di animali abbandonato in periferia, migliaia di topi trovano adeguati spazi per riprodursi in maniera eccezionale. Sembrerebbe essere stata la fame ad aver spinto i roditori per le strade e per le campagne alla disperata ricerca di cibo. Sarebbe questa la motivazione che ha determinato un’invasione di topi in alcune zone periferiche di Cesena. Vigili del fuoco e Asl stanno ricevendo numerose  chiamate da parte di residenti della zona spaventati dalla comparsa dei topi che attraversano le strade finendo tristemente schiacciati dalle auto, in un macabro scenario. Tutto questo allarma la popolazione relativamente a possibili pericoli sanitari relativamente alle malattie che i piccoli animali potrebbero portare e alle conseguenze igieniche della presenza di molteplici carcasse abbandonate per strada a decomporsi.

Dopo diversi controlli è stato possibile risalire all’origine dell’invasione dei ratti. Difatti, il comando dei vigili del fuoco di Cesena, ha dichiarato:  «tutto è partito da un allevamento di piccioni abbandonato da mesi, dove un primo gruppo di animali ha potuto cibarsi del mangime lasciato in quegli ambienti». Quando le «scorte»  sono finite,  gli animali sono stati costretti a spostarsi per trovare nuovo sostentamento.

Alcuni cittadini hanno affermato: «gli animali si muovono specialmente di notte, a gruppi anche di centinaia: i fari delle auto li spaventano, i topi non sanno più che direzione prendere e finiscono uccisi. Stiamo ricevendo molte chiamate di chi chiede la rimozione delle carcasse e che teme pericoli per la salute». L’azienda sanitaria della Romagna sta prontamente programmando un piano di derattizzazione. Una prima serie di esche è stata posta all’interno dell’allevamento abbandonato mentre all’istituto zooprofilattico di Forlì è stato chiesto di analizzare alcuni campioni organici. In attesa che la situazione torni sotto controllo, sarebbe bello ricordare che i topi sono esseri viventi anche loro.