IN ITALIA, DOVE LAUREARSI SEMBRA ESSERE UN REATO, BANFI VA ALL’UNESCO

DI ALBERTO NEGRI

Neppure i comici qui hanno più il senso del ridicolo

Basta con i plurilaureati ha detto Lino Banfi, 82 anni, che entrerà in commissione Unesco. Porterò un sorriso, ha aggiunto. Per ora porta solo tristezza: qui ormai studiare è una colpa, come nella Cambogia dei Khmer Rossi di Pol Pot. Anzi oggi essere un po’ ignoranti diventa un vanto. Potrebbe pure andar bene se decidessero di andare a zappare, no vogliono governare il Paese e sputano sentenze su tutto. L’unica giustificazione, molto parziale, è che sostituiscono i bramini della classe dirigente precedente, dei falliti.