L’IMPRESSIONE E’ PROPRIO QUELLA CHE SI VOGLIA IMPEDIRE L’INTEGRAZIONE

DI GIULIA RODANO

Una domanda banale e semplice al ministro Salvini. Il centro di Castelnuovo di Porto era in affitto (all’Inail (!) sempre proprietà pubblica). Ora le persone del centro vengono spostate, sembrerebbe contro la volontà della comunità cittadina che li ha ospitati finora. Dove? In centri di proprietà del Ministero degli Interni o in affitto? E in affitto da chi? E si sono già trovati i posti nelle classi per i minori e le attività per impegnare gli adulti? Ci sono già le attività di integrazione nelle nuove destinazioni?
L’impressione è proprio quella che si voglia impedire l’integrazione, che Salvini voglia usare la sofferenza come dissuasivo.
Proprio come dicevano alle donne quelli che erano contro la legalizzazione dell’aborto. E se poi diventa troppo facile (sic!) tutte lo faranno! Come se si abbandonasse la propria terra, come se si facessero partire i propri figli da soli, per un viaggio difficile pericoloso per sport!