IRAMA, IL FAVORITO PER LA VITTORIA A SANREMO E IL BRANO SHOCK CHE FARÀ DISCUTERE

DI CINZIA MARONGIU

È un affascinante mix di contemporaneità e tradizione, di timidezza e talento. Viene dal talent più acclamato della tv ed è adorato dalle ragazzine ma i suoi modelli si chiamano Guccini e De André. Irama ha appena compiuto 23 anni ed è lanciatissimo: dopo la vittoria ad “Amici” non si è più fermato. Prima l’ep Plume, poi l’album “Giovani” e diverse tappe live, comprese quelle del Summer Festival dove si è affermato tra i Giovani. E ora è già dato come grande favorito alla vittoria del prossimo Festival di Sanremo, dove al televoto dovrà vedersela con l’altro giovanissimo in testa nei pronostici, Ultimo. Ma al di là della gara, Irama farà molto parlare di sé per la canzone che ha deciso di portare sul palco dell’Ariston, “La ragazza dal cuore di latta” che affronta il tema della violenza sulle donne attraverso una storia shock, quella di una minorenne abusata dal padre che si ritrova incinta e che scopre dentro di sé la forza di andare avanti.

“Linda è la protagonista immaginaria della canzone ma la storia è vera. Parlo del tema delle violenze domestiche perché avevo voglia di raccontare qualcosa che riguarda tante donne, un problema che esiste ma di cui non si parla mai abbastanza. Da cantautore mi concentro sulla verità”, racconta Irama nella video-intervista concessa a Tiscali.it, nel corso della quale si sofferma sulle parole del testo, molto diretto, molto crudo come si vede da questi versi:  “Linda è cresciuta così in fretta da truccarsi presto Talmente in fretta che suo padre non fu più lo stesso A scuola nascondeva i lividi. A volte la picchiava e le gridava soddisfatta. Linda sentiva i brividi quando quel verme entrava in casa sbronzo E si toglieva come prima cosa solo la cravatta. E se ogni tanto le chiedevo come mai non esci, diceva siediti qui affianco ed indicava su”. 

L’intervista è anche l’occasione per chiarire alcune “leggende metropolitane” che lo riguardano a cominciare dal significato del nome Irama, visto che il suo nome all’anagrafe è Filippo Maria Fanti. Ma anche a proposito del significato delle piume, che Irama porta alle orecchie da tanti anni: “al di là di qualsiasi simboologia, io sono le piume”, spiega. Irama parla anche di come vive il suo amore (è fidanzato con l’ex tronista di “Uomini e donne” Giulia De Lellis).

Sul palco insieme a lui ci saranno sei elementi del coro gospel di Sheritta Duran, e per la serata dei duetti Noemi, che “con il suo timbro black e soul era perfetta”. Ed è proprio l’interprete romana a dichiarare: “Appena ho ascoltato il pezzo di Irama sono rimasta subito colpita dal testo che con grande onestà affronta un tema così forte come la violenza sulle donne. Qui ancora più duro visto che si parla di una minorenne. La sua Linda non è descritta come una vittima, ma come una ragazza coraggiosa che porta dentro di sé il seme della speranza. La canzone è un inno alla vita”.

Il brano sanremese (che nella registrazione in studio vede il contributo del coro gospel di Harlem) sarà incluso nel repack di “Giovani per sempre”, nel quale ci sarà anche una versione unplugged di “Bella e rovinata”.

https://spettacoli.tiscali.it/musica/articoli/Irama-favorito-per-la-vittoria-a-Sanremo-e-brano-shock-che-fara-discutere/?fbclid=IwAR3LfBjxf49quK71R_tBdhTE39e3vYAsw3VmdI-LeJSQjyA5rNKVdgu45cQ