TONINELLI, “PLEASURE YACHT” NON SIGNIFICA “IMBARCAZIONE DI PIACERE”

DI FABIO VENNERI

Oggi Toninelli ha detto che la Sea Watch 3 è stata fermata «per violazioni delle norme in materia di sicurezza della navigazione e di tutela dell’ambiente marino», aggiungendo che l’imbarcazione è registrata nei Paesi Bassi come «pleasure yacht e non è in regola per compiere azioni di recupero dei migranti in mare» visto che «è sostanzialmente uno yacht. Se tu, milionario, compri uno yacht, vai in navigazione per piacere, non per sostituirti alla Guardia Costiera libica o di altri Paesi».

Ora chiunque di noi può non sapere che la definizione di “pleasure yacht”, non indica come ha tradotto Toninelli una “imbarcazione di piacere”, ma genericamente un mezzo navale ad uso privato battente bandiera estera.
Ma può un ministro parlare e agire con tanta superficialità?

Il sol pensiero che con la stessa superficialità quest’uomo stia decidendo su cantieri da miliardi di euro mi fa venire i brividi!

P.S. Che poi ha anche aggiunto “Come può il Governo Olandese permettere tutto ciò!” chiedendone un intervento urgente.
In pratica ora ci facciamo ridere dietro pure dagli olandesi!