SILVIA ROMANO CITTADINA EUROPEA RAPITA IN KENYA

DI VANNI CAPOCCIA

 

Di fronte al rapimento di persone in paesi difficili il silenzio è utile alle indagini e finora sul rapimento di Silvia romano in Kenia c’è stato.

Ma è troppo tempo che Silvia, l’operatrice umanitaria rapita mentre faceva quello che tanti chiedono: aiutarli a casa loro, è nelle mani dei suoi rapitori e come sappiamo la strada che dal Kenia porta in Somalia è breve.

E la Somalia è un buco nero dell’umanità dove sarebbe difficilissimo, se non impossibile, risolvere problemi. Quindi, forse è giunto il momento di chiedere al governo italiano di riferire in Parlamento sulla situazione; e di chiedersi se ci sia bisogno di una mobilitazione delle coscienze in Italia e in Europa che faccia sentire al governo keniota che un intero paese e l’intera Unione Europea vogliono che Silvia, cittadina europea, venga liberata.