TOZZI E RAF SUI MIGRANTI “SOVVERSIVI” COME BAGLIONI

DI CINZIA MARONGIU

“Gente di mare, che se ne va, gente di mare, dove gli pare, dove non sa”: faceva così un loro grande successo degli anni Ottanta. E c’è da scommetterci che lo canteranno di nuovo sul palco dell’Ariston, dove giovedì 7 febbraio tornano come super-ospiti. Solo che stavolta con tutto questo parlare di migranti e con la tensione politica alle stelle, sarà impossibile per i salviniani non leggerci qualche subdolo disegno del “sovversivo” Baglioni. Naturalmente, è solo una coincidenza. Raf e Umberto Tozzi cantarono “Gente di mare” nel lontano 1987 e ora sono in riviera per lanciare il loro progetto insieme, che prevede un’antologia e un tour che si annuncia davvero spettacolare visto che entrambi hanno repertori ricchi di hit, da “Gloria” a “Ti amo”, da “Cosa resterà degli anni Ottanta?” (cantata proprio all’Ariston) a “Self Control” .

https://spettacoli.tiscali.it/musica/articoli/umberto-tozzi-e-raf-intervista-video-non-siamo-buonisti-lasciateci-parlare/?fbclid=IwAR3DgAk7fiIpLlB3Ud2RPD9E-AD6MUEf3rCRdWcW0n_5eD66Kv1uzpet5p0