NON DUBITAVAMO

DI LUCA SOLDI

 

 

 

 

 Hanno scelto, anche loro si sono accodati 

Il nuovo aeroporto val bene la vergogna delle proprie responsabilità 

Non dubitavamo affatto per Salvini mentre più grave devastante appare la posizione dei grillini che con il loro ministro Toninelli hanno mostrato il triste volto dell’ipocrisia

Il M5S ha così mostrato il vero volto dell’ipocrisia dopo che lo aveva fatto il Pd. Lo ha fatto ferendo soprattuto la sua gente. 

Quanti del popolo dei grillini si erano impegnati per contrastare quell’opera, inutile dannosa e costosa.

Mentre Forza Italia malgrado il gran numero di defezioni gode e la Lega entrata nel suo ruolo di punto di riferimento del potere, oggi, giudica vitale l’opera 

Quello che avviene è il compimento di un bel quadretto di famiglia ratificato dalla presenza ultima del ministro Toninelli che fino a ieri si era dichiarato contrario 

I giochi di potere hanno imposto la svendita di quella che pareva una difesa a spada tratta dei diritti dei cittadini nel territorio della Piana 

Hanno prevalso le nebbie, lo scambio di cortesie. 

Adesso l’unica sconfitta è in quella Piana che si vorrebbe prona al volere dei potenti di turno 

Tutti ormai sono a decantare il nuovo aeroporto di Firenze mentre vengono nascoste le notizie, i dati della vergogna 

Ci sentiamo vicini a quanti come il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi ai comitati dei cittadini che esprimono il disappunto verso quei voltagabbana che si sono schierati a fianco del padrone argentino 

La grande opera, lo scempio della Piana, ha ottenuto il via libera del Mibact. Hanno confermato il voto contrario i Comuni della Piana fiorentina, Sesto per prima ma anche quelli della provincia Prato. Favorevoli invece Firenze, Signa e Lastra a Signa alcuni gli enti statali e naturalmente i rappresentanti degli imprenditori che a vario titolo si sono mostrati interessati dal progetto. 

Comprensibile la reazione popolare e fino dagli interventi sui social appare evidente che non ci si limiterà a qualche imprecazione rivolta a Nardella o Carrai.

Ci sono passaggi giudiziari da completare e poi pare evidente  che i prossimi confronti elettorali non saranno proprio ininfluenti al dibattito che senz’altro emergerà  

La prevaricazione dei potenti sulle genti che abitano nella Piana meritato nuove risposte 

Il bel quadretto di famiglia non rovinerà la “bellezza” che rimane nella Piana