GENTE DEL SUD APRITE GLI OCCHI: LE PAROLE DEL LEGHISTA BUSSETTI SONO VERGOGNOSE E OFFENSIVE

DI ANNALISA PANNARALE

In questo caso il ministro razzista non si chiama Matteo Salvini. Si chiama Marco Bussetti ed è l’attuale ministro dell’ Istruzione, Università e Ricerca. Qualche ora fa ha dichiarato che il problema della scuola al sud non è la mancanza di fondi ma una certa disabitudine da parte di docenti e studenti al lavoro, all’impegno, al sacrificio.
A questo ministro potremmo dire che non ha capito proprio nulla, che le sue parole sono vergognose e offensive, che nel Mezzogiorno non arrivano fondi sufficienti e che servirebbero invece risorse ingentissime per costruire una grande rete di asili nido pubblici, per combattere i tassi altissimi di dispersione scolastica, per finanziare l’allungamento del tempo scuola, la riduzione del numero degli alunni per classe, un numero adeguato di docenti di sostegno, l’accesso effettivo al diritto allo studio. Potremmo dire tanto ma non servirebbe. Perché questo signore semplicemente odia il sud e chi ci abita, come tutti i componenti del suo partito, la Lega. Li ricordate? Quelli del sud svogliato, scansafatiche, parassita, indolente, prima che scoprissero che anche a quelli del sud qualche decennio prima era stato riconosciuto il diritto di voto. Oggi questi soggetti sono al governo di questo paese, grazie al M5S e alle precedenti nefandezze legislative del PD. E allora a tutte e tutti coloro che nel Mezzogiorno hanno votato M5S- perché con quelli della Lega faccio persino fatica ad immaginare un’interlocuzione-: toglietevi il velo dagli occhi e aprite il cervello. O il futuro sarà sempre più nero.